Sembra inutile precisare che le “online spread betting” sono offerte da un bookmaker online.

Si chiama spread un determinato intervallo: il giocatore può comprare alla cifra più alta o vendere alla cifra più bassa; o, se vogliamo, può scommettere sopra o sotto.

Prendiamo un esempio semplice da capire.
Scommettiamo su somma dei minuti dei goal in una partita di calcio.
Il bookamker indica: 105-115 (10 è lo spread e, in qualche modo, rappresenta il guadagno del banco). A questo punto il giocatore

può decidere se vendere a 105 cioè puntare sotto la somma 105; oppurecomprare a 115, cioè puntare sopra alla somma 275.
Deciderà poi l’unità di scommessa (x euro per punto).
Poniamo che siano stati segnati 3 goal e rispettivamente ai minuti: 15-32-45 e quindi la somma vincente sia 92.
Chi ha venduto a 105, poniamo 1 euro, vincerà (105-92) x 1 = 13 euro.
Chi ha comprato a 115, poniamo 2 euro, vincerà (115-92) x 2 = 46 euro.
E’ facilmente comprensibile che da una puntata unitaria relativamente bassa ne possa venir fuori una vincita interessante o una forte perdita.

Proprio per questo motivo gli online spread betting:

  • si sincerano che il giocatore abbia ben capito le regole;
  • fissano uno stop loss e uno stop profit, cioè un punto al di sopra o al di sotto del quale ulteriori vincite o ulteriori perdite non vengono conteggiate;
  • consigliano di trasferire sul proprio account i fondi necessari per effettuare il gioco a seconda di quanto uno voglia rischiare, visto che all’atto della scommessa il nostro saldo deve riuscire a coprire l’eventuale perdita massima.

“Ocio” quindi ad affrontare questa “offerta” senza averne prima compreso i pro ed i contro.

 

Max

 

Questo contenuto é riservato ai soli iscritti. Se sei già registrato esegui l'accesso. I nuovi utenti possono registrarsi usando il form sottostante.

Existing Users Log In
   
New User Registration
*Campo obbligatorio